“Sto cercando un’infermiera, un angelo, per ringraziarla”

“Sto cercando un’infermiera, un angelo che il giorno 17 marzo è venuta con l’ambulanza a prendere mio papà. La cerco perché voglio ringraziarla personalmente per la sua disponibilità; dopo più di 4 ore in ambulanza fuori dall’ospedale, mi ha fatto chiamare da mio papà e quella è stata l’ultima volta che l’ho sentito prima che ci lasciasse”. L’appello è stato lanciato su Facebook da Pierangela Facchi, una donna di Calcio (Bergamo) e poi raccontato da Tgcom24. La donna ha perso il padre a causa del coronavirus.

“Lei non immagina il grande regalo che mi ha fatto e ci tengo moltissimo a farglielo sapere. Era l’ambulanza dell’ospedale di Romano di Lombardia. Faceva il turno dalle 13 alle 21 di martedì 17 marzo 2020, con lei c’era il collega e autista, un ragazzo molto giovane, ma anche lui gentilissimo. Non so altro di lei perché con le precauzioni del caso non l’ho vista in volto, ma se non ricordo male aveva gli occhiali. Se qualcuno può mettermi in contatto con lei ne sarei molto felice. Grazie per l’attenzione”.

Pierangela

Grazie ai social, l’infermiera è stata rintracciata e Pierangela ha potuto, finalmente, ringraziarla.

L’articolo “Sto cercando un’infermiera, un angelo, per ringraziarla” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Powered by WPeMatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *