Prelievo di organi durante la notte di San Silvestro in Salento nell’ospedale che deve chiudere

Mentre la Regione Puglia è alle prese con le tensioni politiche e i dubbi tecnici sull’approvazione del piano di riordino ospedaliero dovuto anche a delle incongruenze per il territorio Salentino e in Capitanata, proprio in Salento al Presidio Ospedaliero di Casarano nella notte tra il 31 dicembre e la mattina di Capodanno sono stati prelevati gli organi di un settantasettenne. Il fegato è stato prelevato da una equipe proveniente dal Policlinico “Tor Vergata” di Roma e l’organo è stato trapiantato ad un uomo di sessantotto anni, mentre i reni sono stati inviati al Policlinico di Bari per essere trapiantati.

La procedura è stata complessa anche per escludere, data l’età del donatore, eventuali patologie che controindicassero il successivo trapianto degli organi.

Il personale del Presidio Ospedaliero di Casarano ha dimostrato molta disponibilità, tenuto conto anche dello sforzo in termini di tempo che la procedura ha richiesto.

Sono state coinvolte le Unità Operative di Anestesia e Rianimazione, Urologia, Medicina, Patologia clinica, Radiologia, l’Unità Operativa di Anatomia Patologica e l’equipe chirurgica che ha eseguito il prelievo dei reni dell’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Non sappiamo come andrà a finire l’approvazione del riordino, proprio il Presidio di Casarano a quanto pare verrà accorpato con quello di Gallipoli, ma di fatto a fare la differenza sono proprio gli operatori sanitari, che quotidianamente svolgono la loro attività, lavorando anche tutta la notte di San Silvestro dando così esempio di buona sanità.

Nurse24.it

Powered by WPeMatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *