Dirigente delle Professioni Sanitarie

Dirigente delle professioni sanitarie

“Ci sono tre tipologie di leader. Quelli che ti dicono cosa fare. Quelli che ti lasciano fare ciò che vuoi. E i leader “lean” che vengono da te e ti aiutano a scoprire cosa fare”

John Shook (Membro del Lean Enterprise Institute).

La Legge 251 del 10 agosto 2000 istituisce la dirigenza delle professioni sanitarie; l’infermiere in possesso della Laurea magistrale svolge un ruolo assistenziale avanzato e manageriale, occupandosi dei processi assistenziali sanitari con competenze avanzate e rivolte a perseguire l’innovazione ed il progresso delle discipline infermieristiche ed ostetriche per il miglioramento dell’attività clinica e assistenziale; dirige e coordina i servizi infermieristici e ostetrici di strutture sanitarie semplici e complesse, delle quali programma, organizza, gestisce e valuta le risorse, le attività e ne gestisce il budget; svolge ricerche clinico-assistenziali, organizzative e didattiche; partecipa alla ricerca in ambito sanitario e favorisce la disseminazione ed implementazione delle prove di efficacia; svolge attività di progettazione educativa e conduzione di insegnamenti in ogni tipologia di corso di studi universitari e/o di aggiornamento.

Ha inoltre capacità di acquisire autonomamente maggiori livelli di specializzazione in assistenza infermieristica o ostetrica attraverso l’approfondimento in uno o più settori di professionalizzazione in ambito sanitario; competenze trasversali di tipo comunicativo-relazionale, organizzativo- gestionale e di programmazione nell’ambito dell’infermieristica o dell’ostetricia, in accordo con il livello di autonomia e responsabilità assegnato, con le modalità organizzative e di lavoro adottate e con i principali interlocutori (colleghi, altri professioni, utenti e pazienti); capacità di auto-apprendimento e di aggiornamento continuo delle proprie competenze infermieristiche o ostetriche attraverso l’approfondimento delle tecnologie educative e delle abilità di ricerca.

 

Chief nursing executive

“There are three types of leaders. Those who tell you what to do. Those that let you do what you want. And leaders “lean” that come to you and help you to find out what to do “

                                                        John Shook (Member of the Lean Enterprise Institute).

The Law 251 of 10 August 2000 establishing the leadership of the health professions; the nurse holds the Master Degree has an advanced welfare and managerial role, dealing with health care processes with advanced skills and designed to pursue innovation and progress of nursing and midwifery disciplines for the improvement of the clinical and welfare; He directs and coordinates the nursing and midwifery simple and complex health facilities, of which program, organizes, manages and evaluates the resources, activities and manages the budget; He performs clinical care research, organization and teaching; participates in health research and promotes the dissemination and implementation of the evidence; It conducts educational planning and conducting lessons in all types of university courses and / or update.

Also ability to autonomously acquire more levels of specialization in nursing or midwifery care through the study in one or more areas of professionalization in health care; transversal skills communicative-relational, managerial organisational- and programming as part of nursing or midwifery, in accordance with the level of autonomy and responsibility assigned, with the organizational and working methods adopted and with key stakeholders ( colleagues, other professions, users and patients); capacity for self-learning and keep their nursing skills or midwives through the deepening of educational technology and research skills.