“L’omosessualità è una devianza sessuale causata dai vaccini”: la risposta del dott. Battiston

“L’omosessualità è una devianza sessuale dovuta ai vaccini”: la risposta del dott. Battiston

Sono passati esattamente 30 anni dall’eliminazione dell’omosessualità dal nomenclatore delle patologie psichiatriche e bum! In una torrida romanissima giornata di Agosto abbiamo avuto il privilegio di apprezzare una serie di demenzialità ed inesattezze scientifiche che neanche il peggior studente delle scuole medie sarebbe riuscito a mettere insieme.

È stato fantastico sentire in un unico e delirante discorso, il (faccio fatica a scriverlo) dott. Massimiliano Quaresima, che a quanto sappiamo esercita la professione sanitaria di terapista della riabilitazione, affermare che secondo alcuni biologi da lui contattati (immagino laureati a Topolinia o a Paperopoli) i vaccini conterrebbero cellule di feti abortiti e che proprio per questo hanno osservato un aumento dei casi di omosessualità precoce nei bambini.

Eh già, cari colleghi e cari “profani” i vaccini oltre a contenere i microchip di Big Pharma fanno anche diventare omosessuali! Incredibile no? Ma non è finita qui, non ancora pago il caro Quaresima si è prodotto in un altro pezzo di gran cabaret: ha caldeggiato l’ipotesi di un reinserimento dell’omosessualità nelle devianze della sfera sessuale. Vediamoci chiaro; nelle devianze della sfera sessuale sono inseriti: pedofilia, necrofilia, coprofilia, zooofilia e tante altre parafilie… ebbene, secondo non si capisce quale ragionamento secondo il Quaresima bisognerebbe rivedere il DSM IV.

Lascio a voi ogni considerazione, da parte mia ho fatto partire una mail inviata tramite pec alla segreteria dell’ordine TRSM-PSTRP per segnalare una condotta assolutamente fuori da ogni logica scientifica e gravemente offensiva.

Dott. Emanuele Battiston

L’articolo “L’omosessualità è una devianza sessuale causata dai vaccini”: la risposta del dott. Battiston scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Powered by WPeMatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *