Aumento rette RSA. Fumagalli (M5S Lombardia): “Senza trasparenza, aumenti ingiustificati. Chiesto ad ATS di fare chiarezza”

indagine iss

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del M5S Lombardia.

“I lombardi sono stufi degli aumenti delle rette delle RSA. Ci siamo sentiti dire che aumenteranno a causa del COVID. Ma gli utili degli anni precedenti i gestori delle RSA dove li hanno messi? Impossibile saperlo perché le Fondazioni e le Associazioni che gestiscono le RSA non sono obbligate a depositare il bilancio in Camera di Commercio ma lo sono a metterlo sul sito internet se non vogliono perdere l’accreditamento.

Cosa che non fa nessun ente accreditato e che la Regione Lombardia e le sue ATS tollerano in una accondiscendenza alquanto preoccupante”.

Così Marco Fumagalli, consigliere regionale del M5S Lombardia, sul preoccupante aumento delle rette nelle RSA denunciato oggi anche dalle sigle sindacali.

“Ho provveduto a chiedere alle ATS di attivarsi affinché verifichino il puntuale obbligo di pubblicazione del bilancio d’esercizio redatto secondo le regole del codice civile e ad interrogare Regione Lombardia come si sia resa possibile una tale situazione di completa inadempienza da parte degli enti privati e delle ATS stesse. Sono convinto che tanti lombardi sono stufi di vedere i soldi delle loro tasse che anziché finire nella sanità pubblica vanno ad arricchire pochi privati. Almeno con la dovuta trasparenza potremo capire quanto guadagnano e se sono giustificate certe richieste”.

La Redazione Nurse Times

L’articolo Aumento rette RSA. Fumagalli (M5S Lombardia): “Senza trasparenza, aumenti ingiustificati. Chiesto ad ATS di fare chiarezza” scritto da Redazione Nurse Times è online su Nurse Times.

Powered by WPeMatico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *