12 Maggio – Giornata Internazionale dell’Infermiere

“Oggi, 12 maggio, è la Giornata Internazionale dell’Infermiere. La data non è casuale: nel 1820 nacque infatti Florence Nightingale, fondatrice delle Scienze infermieristiche moderne, ed è stata stabilita dall’International Council of Nurses, federazione di più di 130 Associazioni nazionali infermieristiche, che rappresentano più di 13 milioni di infermieri nel mondo.” Lo dichiara  Andrea Cataldo.

A partire dal 1992, in Italia, la Federazione Nazionale Collegi Ipasvi sostiene la Giornata internazionale dell’Infermiere anche con la diffusione di manifesti che sottolineano l’impegno degli infermieri italiani sui temi della solidarietà e dell’alleanza con i pazienti e le loro famiglie.

Lo slogan 2016 è “La salute mi aveva abbandonato. Gli infermieri mai”, a singificare che l’infermiere è vicino al paziente. L’attuale percorso formativo per diventare infermieri e per proseguire gli studi – una volta conseguito il titolo che abilita all’esercizio professionale –  si sviluppa secondo le disposizioni del decreto del ministero dell’Università del 3 novembre 1999, n. 509 e successivamente modificato dal Dm 22 ottobre 2004, n. 270. Esso è articolato in più livelli.

Prevede:

  • Laurea in Infermieristica, titolo abilitante all’esercizio professionale.
  • Laurea magistrale fornisce una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata complessità.

Inoltre master di primo e secondo livello.

È previsto anche il dottorato di ricerca per esercitare, presso Università, enti pubblici o soggetti privati, attività di ricerca e di alta qualificazione.

L’infermiere ha oggi un’autonomia professionale che gli permette ormai di non essere più solo un esecutore, ma di avere un proprio giudizio critico nell’assistenza per offrire prestazioni di qualità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *